Di Terra e di Cielo di Giuliana Magalini

thumbnail giulianaCari amici a breve  presenterò il catalogo dei miei lavori (ultimi vent’anni)   ai ragazzi/e del Liceo Artistico di Verona. La scelta del luogo non è casuale: mi piace scambiare con fruitori sensibili e attenti, e soprattuto ragazzi/eIn seguito spero che potrò anche lavorare  con dei laboratori con loro, per respirare insieme la cultura dell’arte che ci fa procedere e connettere.

download (1) insimem

Insieme, 2017 50×50 (tecnica mista)

Voglio iniziare la presentazione dei miei lavori degli ultimi vent’anni con le impronte dei miei piedi.Queste orme rappresentano il mio essere qui, nella pienezzadella mia sensibilità e della mia creatività: sono la consapevolezzadella mia storia. Ho sempre perseguito lo sforzo diindividuare e esplorare uno spazio dove terra e cielo potesseroincontrarsi. Ho sempre cercato la maniera di rappresentarlo.

download (1) insimem

 Insieme, 2017 50×50 (tecnica mista)

 

La ricerca – partendo dall’acquarello, poi la grafica, poi con laformazione in Arteterapia – si è indirizzata alla materia.Mater, da ritrovare nelle immagini “graffiate” sotto strati e coperture.Cercare un umano, femminile: il mio modo di “generare”,anzi di “generarmi”. Dopo il catrame, gesso, ecc. nel tentativodi affinare sempre di più i segni in quella materia “grezza”sono arrivata ai bianchi (l’assenza) e da lì, basta poco, il vuoto.L’idea di una cornice che potesse contenere fili e incroci: comela nostra vita. Poi la vita cambia ed il vuoto lo vivi tutto… alcunilegami si spezzano, altri non li trovi più…E’ arrivato quindi il tempo della rabbia e del dolore: tagli, cuciture,pezzi.. dove la materia stessa costruisce il quadro: la formadiviene il contenuto. Inevitabilmente il “naufragio” personale sirispecchia in quello di migliaia di persone… Come nonfarsi toccare dalla tragedia inascoltata di chi affonda inghiottitodalla disumanità? Io voglio esser-ci… vivere tutto – me e ilmondo – non conosco altro modo di stare qui, fra cielo e terra.Mater-Materia. Lavoro con la materia della mia vita.ll senso di sentirmi parte di questa umanità mi dà la forza dilasciare traccia e riconoscerne altre simili.
Giuliana Magalini

download (1) naufraghi

In Naufraghi, 2016, 30×30 (tecnica mista)

interno ok4 215×215 interno giuliana

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...