La casa di Rosario Mele

img_3608.jpgNel piccolo centro di Abbadia Lariana sul lago di Como mentre passeggiavo mi è capitato di scoprire e poi di visitare la casa Museo dell’artista di origini napoletana Rosario Mele.
La casa si affaccia sul lungolago di Abbadia Lariana in una cornice suggestiva di acqua e montagne, tipico del lecchese.IMG_3626
In seguito alla scomparsa dell’artista nel 2011, alcuni eredi hanno istituito l’associazione culturale Rosario Mele per conservarne e valorizzarne la visione artistica.
Un artista molto originale che non conoscevo.
Nato a Napoli,nel 1924 dopo aver studiato scienze e filosofie orientali nella sua città si è trasferito nel 1948 a Milano.
Spinto da una costante ricerca e da un desiderio di conoscenza ha viaggiato moltissimo, passando da San Francisco a Gabon, Algeria, Congo, Kenya, Sudafrica, Etiopia e Sudan. Tutti questi viaggi e queste culture, in particolare quella africana hanno contaminato il suo lavoro artistico che è complesso e molto vario .img_1653.jpg
Ha usato tecniche artistiche molto diverse e svariate :graffiti, carte bruciate, acquarelli, disegni, incisioni, litografie, xilografie, sculture in legno e in gesso, tutti questioggetti artistici sono stati realizzati con delle tecniche del tutto personali e sperimentali.
Tra innumerevoli mostre personali e collettive le sue opere sono state esposte a Milano, Bologna, Roma, Spoleto, Zurigo, Winterthur, Monaco, Francoforte, Bruxelles, New York e San Francisco.
Ho avuto la fortuna di essere accompagnata all’interno della casa Museo da una signora(, una delle sue eredi), che ha curato l’allestimento e che conosceva molto bene l’artista e che ha saputo raccontare con generosità e passione il desidero di arte di Rosario Mele.
La casa museo è allestita molto bene e fa vedere la spinta creativa e l’irrefrenabile desiderio di creare di questo uomo .In questa casa Rosario Mele ha vissuto per gli ultimi trentanni creando tantissime opere , non ancora catalogate completamente.Tutto è stato lasciato come quando ci lavorava, cosi una delizia assoluta vedere tutti i suoi materiali artistici nei vasetti,le sue tele,20729473_879885242167609_4538327174101343144_n.jpg

i suoi esperimenti , gli attrezzi strani ..
Una casa laboratorio..: numerologia e simbologia e anche tutti gli elementi dell’alchimia propiziatoria degli antichi sono presenti in alcune sue opere.
Così Rosario Mele descrive così i suoi graffiti:
“Nei graffiti sono racchiuse parole, immagini, cose toccate o solo pensate,desideri, pezzi di carta, colori. Talvolta pelle e ossa. Mentre li ripercorro a ritroso tutto si riduce a segni, fili, graffi. A macchie . A quel nulla che diede loro una spinta .”
Un arte enigmatica, di non facile lettura, alcune opere rimandano a Klee, Pollock e Dubuffet ,Mirò, l’arte primitiva africana è un motivo ricorrente .fullsizerender-5-e1502809164925.jpg
Le parole che Mele usa per descrivere le sue carte bruciate ci aiutano a capire il suo mondo interno :
“Racchiuso in me stesso, concentrato, raccolto, ricco di energia , attendo il momento magicoper liberarmi e scaricarmi, spotaneamente, proponendo alla vista senza nulla decidere segni , forme e colori aperti a più menzioni. Cose che hanno a che fare con lo spirito per risolversi in poesia”img_1647-1.jpg
Winnicott ci ha insegnato che la creatività è la capacita di creare e ricreare il mondo e appartiene all’esperienza infantile .
Parole che mi si sono affacciate alla mente uscendo dal quella casa affascinante e ricca di misteri , luogo di giochi e di arte.
Melania Cavalli

Una risposta a “La casa di Rosario Mele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...