Georgia O’Keeffe

keeffe_musicpinkandblueno-2_663Ci sono artisti che amiamo più di altri, che ci toccano da vicino, uno di questi per me è la pittrice statunitense Georgia O’ Keeffe. L’ho scoperta per caso quando ancora non la conoscevo, camminavo per Londra un bel po’ di tempo fa e una galleria esponeva le sue tele giganti, io ne sono stata risucchiata, il senso di meraviglia che trasmettevano i suoi fiori era potente e misterioso. Georgia O’Keeffe nasceva nel 1887 in una fattoria vicino a Sun Prairie, nel Wisconsin; ha frequentato Art Institute di Chicago e L’Art Students League a New York. Nel primo periodo usava prevalentemente acquerelli e lavora molto anche su forme astratte. La O’ Keeffe ha iniziato a dipingere i fiori con colori ad olio nel 1924, dopo aver avuto una folgorazione un giorno di estate: ammirando un fiore ha pensato di dipingerlo da vicino per farci riscoprirne la bellezza.A311348
I suoi fiori non sono illustrazioni botaniche e non sono leziosi, sembrano uscire dai bordi e nascono da schizzi fatti precedentemente con con il carboncino o matita . Sono fiori ma sono anche composizioni astratte con colori decisi e puliti. Un fiore visto dal dentro, da vicino, da molto vicino, qualcuno ha detto un fiore visto da un insetto.
Leggendo le sue memorie ne esce una donna anticonformista e ironica, brusca e molto determinata, ostinata nel suo bisogno di auto affermazione . Un’ artista donna che ha partecipato alle elaborazioni più sofisticate delle avanguardie . La O’ Keeffee amava molto anche Kandinsky e il suo famoso testo” Lo spirituale nell’arte” .
La necessità interiore (Kandinsky, 1912), è stata una componente fondamentale di tutta la sua carriera e che probabilmente si faceva più prepotente negli ultimi anni, i più liberi, si esplicita in questa sua frase : Where I was born and where and how I have lived is unimportant. It is what I have done with where I have been that should be of interest. (Georgia O’Keeffe, 1976)canna-red-and-orange-1922.jpg!Blog
Dove io sia nata e come abbia vissuto non conta. È ciò che ho fatto nei luoghi in cui ho vissuto che dovrebbe interessare.
Anche lei ,come Kandinsky, cercava di unire musica e pittura , le sue composizioni, volevano essere delle danze. Dopo la morte del marito Stieglitz ( famoso fotgrafo) si trasferisce nel New Messico a dipingere. Si è spenta a 98 anni e di lei oltre ai quadri abbiamo anche delle bellissime fotografie. Sulle sue tele sono state fatte anche interpretazioni sessuali che lei tra l’altro ha sempre rifiutato, ma come ben si sa ognuno legge ciò che vuole in un’ immagine . Io ho sempre sentito , guardando un suo dipinto, un senso di meraviglia, di vitalità e una forza misteriosa interna . E voi cosa ci vedete?
Melania:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...