Melancholia

Ho visto poco tempo fa l’ultimo film di Lars von Trier :“Melancholia”, regista difficile  a volte incomprensibile ma che mi ha sempre incuriosito e affascinato a partire dal suo primo film “ Le onde del destino”. Non l’ho seguito e capito in altri film come “Dogville “e Antichrist” che mi sono apparsi troppo contorti. Ma l’ultimo film in alcuni momenti è di una bellezza abbagliante: immagini suggestive che si susseguono con la musica di Wagner  (vedi scena iniziale).

 Il film narra del rapporto fra due sorelle mentre un pianeta, Melancholia sta per essere in collisione con la terra. Senza addentrarmi nell’analisi del film posso dire che la storia, dal mio punto di vista, diventa un pretesto, per esprimere e raccontare con le immagini e la musica quel senso di melanconia, di tristezza ,di depressione profonda, quel “color indaco o grigio scuro” difficile da esprimere a parole   condiviso e visto molto volte  come arte terapeuta.

       Melania

 Last month I watched Lars von Trier’s most recent film ”Melancholia”,. He can be a difficult director, sometimes impenetrable but I have always found him interesting since seeing his first film (“Breaking the Waves”), I didn’t follow him in “Dogville” and “Antichrist” films that seemed too contorted for my tastes. However, the last film is stunning, powerful, evocative images accompanied by Wagner’s sublime music.

The film narrates the relationship between two sisters, as the planet Melancholia is closing in, on collision course with the Earth. Without going into a film analysis, I can say from my point of view, that the story is an occasion to represent with images and music that feeling of gloominess, melancholic sadness, deep depression, that ‘indigo or dark grey color’ difficult to express with words that  like art therapists we  never meet and share  

Annunci

2 risposte a “Melancholia

  1. Non ho ancora visto il film ma questi 8 minuti sono pura emozione! Amo la straordinaria abilità di Von Trier nel coniugare immagini e musiche (o silenzi) per dare voce a sentimenti e sensazioni difficilmente esprimibili. Grazie Melania, lo guarderò il prima possibile. Per ora secondo me i capolavori di questo artista sono “idioti”, “dancer in the dark” e “le onde del destino” anche se “dogville” e “il grande capo” mi sono piaciuti molto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...