Il giardino dell’anima The garden of the soul

Scrive Ruth Ammann nel libro Il giardino come spazio interiore di Bollati Boringhieri:“Il giardino dell’anima e l’anima del giardino sono un’unica realtà. Giardini e anime si appartengono,  costituiscono uno spazio segreto su ciò che è chiaro e ciò che è oscuro, tra cultura e natura, tra coscienza e inconscio, tra spirito e corpo”. Probabilmente, se negli ultimi due anni non mi fossi appassionata di giardinaggio, le parole di Ruth Ammann non mi avrebbero così colpita. Invece mi hanno fatto venire voglia di condividere queste due fotografie. In questo scorcio di terra c’è il piacere del sole, della schiena dolente, delle zolle che attendono la pioggia. C’è il girovagare nei vivai o più ancora la magia delle talee: attendere che si formino le radici, trapiantare, bagnare, sfiorare le nuove piante che crescono. Entrare nel giardino al mattino presto perché il silenzio, gli odori, le luci, sono un’insieme da catturare in un’unica immagine da portare con sé il resto della giornata. Senza contare che in quel seminare, curare, attendere, e stupirsi una volta ancora di ciò che la natura sa fare, c’è la possibilità di osservare il processo creativo, di sentirlo, accompagnarlo, e beneficiarne. Tra le due fotografie è trascorso un anno, e la natura con disciplina e generosità ci insegna il tempo.

Marilde  (Alba , Cuneo )

Ruth Amman wrote in her book “The garden as an interior space” (Bollati Boringhieri): “The garden of the soul and the soul of the garden are the same thing”. Gardens and souls are one single reality, representing a secret space between what is dark and what is light, between nature and culture, between consciousness and subconscious, between mind and body. Probably if I were not interested in gardening Ruth Amman words wouldn’t touch me so powerfully. They give me the desire to share these photos. In this glimpse of earth there is the pleasure of the sun, the aching back, the turf awaiting the rain, There is the wandering, the magic of the cuttings, the waiting for the forming of the roots, the watering and brushing by the new plants. To go into in the garden in the early morning because the silence, the fragrances, the lights together capture an image that brings peace for the entire day.Without taking into account – in that sowing, tending, waiting and sense of awe in all that nature knows how to do – there is the possibility to observe, feel and benefit from the creative process. Between the two pictures a year has past and nature, with generosity and discipline, has taught us about the passing of time.

Annunci

2 risposte a “Il giardino dell’anima The garden of the soul

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...