Scultura su pietra – Stone sculpture

 

E’ una piccola testimonianza di un’esperienza fatta la seconda settimana di agosto sulle
montagne tra Ivrea e Aosta:  un corso di scultura su pietra il posto era bellissimo, molto spartano ed essenziale, si scolpiva in mezzo alla natura, sotto gli alberi da frutta, con un maestro scultore bravo e carismatico. Reduce dall’anno di formazione piuttosto impegnativo appena trascorso, sono partita molto sicura di me pensando che “finalmente avrei potuto apprendere una nuova tecnica”, senza lavorare troppo di “pancia” e tutto il resto, che avrei fatto un disegno e avrei seguitoquello…Beh, niente di tutto questo, appresso a questa pietra arenaria di Verona c’ho pianto due giorni!
Facevo fatica a seguire quello che mi suggeriva la pietra e la sua forma, il suo
andamento “accogliente”, le sue spigolosita’, il suo suono, mi rimandavano continuamente a “un abbraccio” che per due giorni ho cercato di contrastare. Alla fine mi sono arresa ed e’ uscito quello che doveva uscire e che si puo’ vedere nella foto.
Una cosa bella e’ stata anche la sensazione di familiarita’ che ho avuto con gli
attrezzi, come se ci avessi sempre lavorato.L’esperienza e’ stata molto intensa, ho dovuto togliere, scalfire, ascoltare, osservare, lavorando con ascia, martello e scalpello e, l’ultimo giorno, sono passata alla lima per ammorbidire e lisciare la superficie. Alla fine ho potuto guardare questo abbraccio con occhi diversi.
Regina
That is a small attestation of an experience I had in the second week of August 2010 on
the mountains between Ivrea and Aosta: a  training course of stone sculpture.
The landscape was beautiful, very basic and essential; we carved in midst of nature,
under fruit trees, guided by a clever and charismatic master sculptor.Since I was back from the pretty hard year of art therapy training , I left very sure of myself thinking “I will learn a new technique, without working too much with deepest side of my emotions.” I thought I should do a drawing to follow… Well, nothing of this happened and I spent two days crying on my arenaria stone from Verona.
It was hard to follow the suggestions from the stone. Its form, its hardness, its sound,
all of this continually reminded me to an “embrace”. I have tried to contrast this
suggestion for two days but in the  end I gave up and the sculpture I have made is the
one you can see in the picture. I was pleasantly  surprise by  the feeling of familiarity I had with the instruments, and it was like I had always worked with them. The experience was very intense, I had to remove, scrape, listene and observe, working with hatchet, hammer and chisel. In the last day, I have started to use a file in order to make the surface of mysculpture more soft and smooth.In the end I was able to look at the “embrace” with different eyes.
Annunci

Una risposta a “Scultura su pietra – Stone sculpture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...