I gialli di Loretta

I gialli non mi avevano mai appassionato più di tanto: avevo letto un po’ di gialli Mondadori, tra cui Simenon. Attraverso di loro io “esco fuori da me”, dai pensieri, dalle preoccupazioni, dalla stanchezza ed entro, mi immergo pienamente nel mondo altro del libro per poi tornare, proprio a partire all’esplorare quel mondo e lo scenario presentato, pienamente nel mio con la sensazione di averequalcosa di diverso e di più.
Quando comincio un nuovo libro ho sempre un po’ di ansia: mi piacerà, mi emozionerò, mi ci ritroverò … quando comincio un giallo, oltre a questo, c’è anche la paura/desiderio di incontrare qualcosa di tremendo. Per fortuna c’è qualcuno che indaga e, di solito, il colpevole viene identificato e punito e c’è una struttura narrativa che guida e contiene.
Allora, anche le cose più terribili possono essere indagate e conosciute ed io trovo sempre più scenari che mi portano al mondo interno.
Con i gialli ho viaggiato il mondo: sono partita dalla Spagna con Montalban, poi in Francia Izzo e Vargas ed altri, ancora in Spagna con la Barlett, in Algeria, Turchia, Cina Vietnam, Sudamerica, America, Africa, Nord Europa ed Italia, quasi tutte le sue regioni.
Dovessi darvi due suggerimenti penso a Massimo Carlotto, in ogni suo libro vi sono parti sue, crudo, come lo è stata la sua vita; lo stesso discorso vale per Fred Vargas, che in realtà è una donna, ma per capirla bene, partite dal primo libro e scoprirete l’autrice, oltre che divertirvi come mai. Alla prossima puntata.

Loretta


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...